Scutellaria: antinfiammatoria, antistaminica e neuroprotettrice

scritto da semidiluna nel mese di luglio 18, 2016 in erbario e fitoterapici con nessun commento

scutellariaLa Scutellaria Baicalensis è una pianta erbacea perenne di 20-60 cm di altezza , appartenente alla famiglia delle Labiate. Il fusto è tetrangolare ramificato fin dalla base, le foglie sono opposte, lanceolate, lunghe 2-4 cm, con punteggiatura scura sulla pagina inferiore corrispondente ai dotti ghiandolari e fiori di colore violetto in alcuni casi blu. La si trova in Asia, in Siberia e nel continente Americano, dove i nativi la utilizzavano per le sue proprietà antinfiammatorie verso gli apparati respiratorio e gastrointestinale.

Usi tradizionali:

La Scutellaria  era considerato uno dei rimedi per purificare dal calore presente nel centro dell’organismo (polmoni con tosse e febbre) per le condizioni “calde” e “umide”, come dissenteria e diarrea. Secondo la MTC, agisce sui seguenti meridiani: Polmoni, Vescicola Biliare, Stomaco e Intestino Crasso. Sapore amaro; natura fredda.  Purifica dal Calore, quando questo insiste soprattutto al centro dell’organismo e si manifestano forti febbri. Fuoco dei Polmoni con tosse ed espettorazione purulenta, forte febbre, dispnea e secchezza delle fauci senza sete. Umidità-Calore con ittero. Sindromi stagionali di Umidità.

Studi recenti riconoscono alla pianta caratteristiche preziose per la circolazione e per patologie di origine allergica. Infezioni delle vie respiratorie e del tratto gastrointestinale. Epatiti e infezioni delle vie biliari. Allergie e stati infiammatori (intestinali, respiratori, cutanei). Disturbi circolatori a componente ossidativa dismetabolica.

Principi attivi:

scutellaira 2La scutellaria contiene diversi principi attivi antiossidanti utilissimi per modulare l’infiammazione. Le radici contengono:  flavonoidi come la baicalina, iridoidi come lo scutellarioside, e fitosteroli come il beta-sitosterolo.

Proprietà:

  • Antinfiammatorio
  • Antiossidante
  • Antiallergico
  • Antipertensivo
  • Sostiene le difese immunitarie
  • Neuroprotettivo

Indicazioni:

  • è ampiamente nota in campo medico come nervino, ha un’azione marcata sul sistema nervoso,rilassa gli stati di tensione nervosa e contemporeneamente rinnova e vivifica il sistema nervoso centrale.  Ha un’attività neuroprotettiva, sedativa e rilassante e svolge un’efficace azione sedativa, ipotensiva e antispastica, utile in caso di insonnia, disturbi nervosi, attacchi di panico, stati d’ansia, convulsioni, irritabilità, delirium tremens, epilessia, ipertensione, viene utilizzato in tutte le forme di esaurimento e depressione.
  • indicata per infezioni gastrointestinali che causano diarrea come la dissenteria, diarrea, attacchi di dissenteria per febbri elevate e tossi con catarro denso e giallo, è anche un anti-spasmodico ed è in grado di alleviare mal di testa provocati da forte tosse ed è utile per i mal di testa causati da eccessive tensioni, ansia e soprattutto insonnia. Agisce come antipiretico, rinfrescante, antibatterico e disintossicante in caso di febbre, raffreddore, infezioni di origine batterica; inoltre è un ottimo diuretico,  stimola l’attività renale, le funzioni epatiche e abbassa il tasso di colesterolo nel sangue. Infine, svolgono un’azione antiemorragica, indicata in caso di epistassi, emorragie dei polmoni e dell’intestino.
  • La Scutellaria inoltre agisce poditivamente nei disturbi infiammatori su base allergica, svolge un’importante azione antistaminica nei soggetti allergici (allergie primaverili, febbre da fieno, asma, eczema, orticaria, intolleranze alimentari…). Grazie ai suoi principi attivi antiossidanti svolge quindi un’azione   antinfiammatoria e  una discreta attività antistaminica nei soggetti allergici; la sua azione favorisce il recupero della funzionalità degli epiteli intestinali danneggiati da intolleranze alimentari. La sua azione antinfiammatoria è stata paragonata a quella dei FANS (Farmaci Antinfiammatori non Steroidei), senza tuttavia gli effetti collaterali sullo stomaco di questi farmaci.
  • Azione positiva anche sulla circolazione, dovute al contenuto in flavonoidi.  In combinazione con altre erbe (biancospino, olivo ) viene somministrata per trattare l’ipertensione arteriosa, l’arteriosclerosi, le vene varicose, i lividi ed i problemi circolatori che derivano dal diabete.

Modalità d’utilizzo e posologia:

  • Infuso: si prepara con 2 g di scutellaria lasciati in 150 ml di acqua bollente 10 minuti. 1 tazza d’infuso 3 volte al giorno in caso di stanchezza nervosa, ansia,stress, per sciogliere tensioni e ridurre possibili disturbi legati alla sindrome premestruale.
  • Estratto idroalcolico: 20 – 40 gocce in poca acqua 3 volte al giorno in caso di tensione nervosa , stress, ansia e mal di testa.
  • Estratto secco: 2-3 cps al giorno

AVVERTENZE:
Non assumere in gravidanza, allattamento evitare l’assunzione contemporanea di farmaci ad attività sedativo-iptnotica.
Può interagire con i farmaci anticoagulanti.

Vai allo SHOP di Erboristeria Semi di Luna!!

scutellaria

logo_erboristeria_sito031