Flavonoidi (antiossidanti, tropisco vascolare…)

scritto da semidiluna nel mese di settembre 25, 2013 in antiossidanti e antiage e fitoterapici con nessun commento

mo1j7q8dvcyqwn2wl91

I FLAVONOIDI sono un gruppo di pigmenti vegetali responsabili in gran parte del colore di molti frutti, verdura e fiori con attività antiossidante. Sotto questo nome sono raccolti 5000 composti classificati in sottoclassi , a seconda della loro struttura chimica. Gli effetti sulla salute di flavonoidi sono stati analizzati negli ultii anni e riguardano le attività antiossidante, antifiammatoria, antiallergia, antivirale e antitumorale. L’effetto dei flavonoidi sembra principalmente preventivo. Molte delle azioni terapeutiche di alimenti, succhi, erbe e polline d’api, infatti, sono direttamente legate al contenuto di flavonoidi.

Per semplicità, parleremo di: PCO, quercitina, bioflavonoidi di agrumi e polifenoli del tè verde.

  • PCO. L’uso dei gruppi di flavonoidi più benefici è rappresentato dalle proantocinidine (dette procianidine). Questi flavonoidi, apportano diversi benefici alla salute. Le più potenti proantocianidine sono quelle legate ad altre proantocianidine, PCO. Sebbene i PCO esistono in molte piante e nel vino rosso, le fonti disponibili in commercio di queste sostanze comprendono i vinaccioli e la corteccia del pino marittimo. Gli estratti ottenuti dai semi di vinaccioli risultano le fonti preferibili, perchè contengono PCO in concentrazione più alta e inoltre ci sono più studi effettuati a riguardo. L’uso principale degli estratti PCO è il trattamento dei disturbi venosi e capillari, tra i quali insufficienza venosa, fragilità capillare, patologie della retina come retinopatia diabetica e degenerazione maculare. I PCO hanno una maggiore azione antiossidante rispetto la vitamina C ed E, di conseguenza si è visto che hanno un’azione significativa di protezione a livello cardio vascolare, di conseguenza sono molto importanti nella prevenzione e nel trattamento delle cardiopatie e dell’infarto.
  • Quercitina. E’ un flavonoide che agisce da spina dorsale per molti altri flavonoidi, tra i quali quelli di agrumi, rutina, quercetrina ed esperidina. Questi derivati differiscono dalla quercitina perchè hano molecole di zucchero legate alla struttura della quercitina. Sulla base di studi sperimentali, la quercitina è nettamente il flavonoide più attivo  e molte piante medicinali devono gran parte della loro attività all’elevato contenuto di qusta sostanze. La quercitina ha una significativa attività antinfiammatoria. Inibisce per esempio, sia la produzione di istamina e di altri mediatori allergico-infiammatori. Esercita, inoltre, una potente attività antiossidante e di risparmio di vitamina C. E’ molto indicato anche in caso di diabete, catarratta diabetica e neuropatia diabetica. Possiede inoltre un’attività antivirale, soprattutto contro i virus herpes tipo I, para-inluenzae 3, polio tipo I, influenze, raffreddore incluso. Molti flavonoidi inibiscono la formazione tumorale, la quercitina ha evidenziato una significativa attività antitumorale nel confronto di numerosi tipi di cancro, tra i quali il carcinoma squamo-cellulare, leucemia, il cancro della mammella, dell’ovaio, del colon, del retto e del cervello. Spesso i prodotti a base di quercetina sono associati alla bromelina (la bromeliana possiede un’attività antinfiammatoria e antiallergica) e può rafforzare l’assorbimento della quercetina. La quantità di bromelina (1800 unità) dovrebbe essere pari a quella della quercetina.
  • Bioflavonoidi di agrumi. I bioflavonoidi di agrumi comprendono rutina, esperidina, quercitina e naringina. La maggior parte delle ricerche cliniche sulla rutina e sui complessi bioflavonoidi grezzi è stata realizzata prima del 1970; il suo utilizzo ha permesso di otteneere notevoli risultati clinici nel trattamento della permeabilitàcapillare, della tendenza alle ecchimosi e delle vene varicose. I bioflavonoidi di agrumi danno luogo ad effetti simili (ma probabilmente non altrettanto potenti) a quelli prodotti dalgi idrossietilrutossidi e della quercitina. Oltre a possedere attività antiossidante e capacità di aumentare i livelli intracellulari di vitamina C, rutina, esperidina, presentano anche alcuni benefici antiallergici e antinfiammatori tipici della quercetina. Dosaggi specifici: per problemi di insofficienza venosa e delle emorroidi varia tra i 2000 e 6000 mg al giorno
  • Polifenoli del tè verde. Sia il tè verde sia il tè nero sono derivati dalla stessa pianta, la Camelia Sinensis, si differiscono per il procedimento di lavorazione. Nel caso del tè verde, l’ossidazione non può aver luogo poichèil processo di esposizione al vapore disattiva questi enzimi. Il termine polifenolo denota la presenza di un anello fenolico nella struttura chimica. I principali polifenoli del tè verde sono flavonoidi: catechina, epicatechina, gallato di epicatechina, gallato di epigallocatechina e proantocianidine. Si ritiene che il gallato di epigallocatechina sia il componente attivo. la maggior parte degli studi sul tè è concentrata sugli aspetti cancerogeni e cancro-protettivi. I polifenoli del tè verde, sono potenti composti antiossidanti, che hanno dimostrato negli studi sperimentali un potente antiossidante superiore persino a quello delle vitamine C ed E. Alcuni polifenoli del tè verde possono fornire una significativa protezione, inibiscono il tumore impedendo la formazione di composti cancerogeni e detossificano efficacemente o intrappolando gli agenti cancerogeni. Previene soprattutto alcune forme tumorali, soprattutto quelle che colpiscono l’apparato gastrointestinale, come il carcinoma allo stomaco, dell’intestino tenue, del pancreas e del colon, i polmoni e i tumori estrogeno-dipendenti, inclusi la maggior parte di carcinomi della mammella. L’abitudine popolare di bere del tè verde durante i pasti in Giappone potrebbe essere una ragione essenziale della bassa incidenza del cancro in quel paese. In commercio si possono reperire preparati di polifenoli di tè verde, decaffeinati e concentrati in polifenoli (tra i 60 e l’80%). Ricordate sempre, però, che una tazza di tè verde contiene ben 300-400 mg di polifenoli. L’aspetto negativo del bere il tè verde come fonte di polifenoli sta nel fatto che questa bevanda contiene anche da 50 a 100 mg di caffeina. Dosaggi speficifi: per ottenere una certa protezione, occorre consumare un quantitativo di tè verde o di polifenoli pari alla quantità utilizzata negli studi di popolazione positivi. Per l’estratto del tè verde standard, contenente l’80% di polifenoli totali e 55 % di gallato di epigallocatechina, tale quantità è pari a una dose quotidiana di 300-400mg. Tre tazze di tè verde al giorno, corrispondono a 3 gr di componeneti solubili, i quali forniscono pressappoco da 240 a 320 mg di polifenoli.

vite-rossa_2764159380

Azione dei Flavonoidi

  • Azione antiossidante e antiradicalica. L’azione antiossidante è particolarmente spiccata nella quercetna, che possimao considerare uno ta i più potenti antiossidanti presenti in natura. I flavonoidi chelano gli ioni metallici ( come ferro e rame) che sono coinvolti nella formazione di radicali liberi.
  • Protezione cardiovascolare. L’azione antiossidante esplicata dai flavonoidi, influenza positivament i processi aterosclerotici. Esperimenti in vitro hanno mostrato che i flavonoidi inibiscono l’ossidazione delle LDL e proteggono l’alfa-tocoferolo. Inoltre la quercitina riduce gli effetti cittssci delle LDL ossidate.opatia diabetica e disturbi vascolari diabetici).
  • Azione vasoprotettrice e antitrombotica. I flavonoidi inibiscono l’aggregazione piastrinica che può ridurre la predisposizione  all’insorgmbotici. Ioltre incrementano la vasa e di altri mediatori allergiinedilatazione, provocando il rilassamento della muscolatura liscia. Numerosi studi hanno confermato l’esito positivo per l’insufficienza vsio di istamhe il rila sia dela produzione cenosa (vene varicose, emorroidi, retina diabetica e disturbi vascolari diabetici).
  • Condizioni allergiche e infiammatorie. La quercitina favorisce  l’inibizione sia della produzione che il rilascio di istamina e id altri mediatori allergico-infiammatori, stabilizzando le membranne cellulari dei mastociti.
  • Attività anticarcinogena. Studi sulla chemioprevenzione hanno dimostrato che i flavonoidi inibiscono la cacinogenesi in vitro e altre evidenze indicano al stessa attività in vivo, influenzando gli eventi molecolari nella inizizione, promozione e negli stadi progressivi. Si è riscontrato ch l’alto contenuto di flavonoidi ,  la quercitina è in grado  di inibire la crescita di diverse cellule tumorali  (seno, colon, prostata, polmoni).i
  • Protezione neurologica.  La quercitina protegge le cellule cerebrali dallo stress ossidatvo, mostrando in vivo la capcacità d’invertire i deficit cognitivi.
  • Antivirale e antibatterica. La quercitina in vivo ha mostrato effetti antivirali contro herpes virus, adenovirus e virus respiratori sinciziali, mostrando capacità antifettive e antireplicative.
  • Protezione oculare. L’attività antiossidante contribuisce al controllo di alcuni disturbi oculari, quali cataratta e degenerazione senile della macula, in particolare per lìeffetto protettivo sulle pareti cellulari

Utile in caso di:

  • Asma
  • Rinite allergica
  • Insufficienza venosa
  • Vene varicose
  • emorroidi
  • fragilità capillare
  • retinopatia diabetica
  • prevenzione aterosclerosi

Avvertenze! Non assumere i flavonoidi durante la gravidanza

flavonoidi-465x316

Sotto un elenco dei PRODOTTI a base di FLAVONOIDI che trovate in erboristeria:

BIOFLAVONOIDS PLUS della LongLife

bioflavonoidi da Agrumi, Quercitina, Bromelina e Vitamina C.

Ingredienti:

  • vitamina C 40 mg
  • calcio 120mg
  • magnesio 56 mg
  • Complesso con bioflavonoidi 500 mg
  • quercitina 150mg
  • bromelina 50mg

In questa formula troviamo l’associazione di vitamina C che oltre a potenziare l’azione antossidante, permete un risparmio di questa importte vitamina, mentre l’aggiunta id magnesio favorisce l’assorbimento dei bioflavonoid. Il calcio, in sinergia con i flavonoidi che ne favoriscono il trasporto in forma biologicamente attiva, parteciap all’effetto regolatore sulla permeabilità della membrana cellulare.

OPC COMPLEX della LongLife :

OPC da Pino Marittimo e Semi d’Uva con Bioflavonoidi

Ingredienti :

  • complesso con bioflavonoidi da agrumi 300mg
  • Pino marittimo corteccia 30mg
  • ActiVin- Uva rossa semi 20mg

Il nome OPC deriva dal francese “oligomèere procyanidoliques” che corrisponde alla classe chimica di queste sostanze battezzate dal professor Masquelier, conducendo analisi e ricerche sui flavonoidi, scoprì che gli OPC contenute nei semi di uva rossa e nella corteccia di pino svolgevano un’azione vasoprotettrice superiore a quella di tutti gli altri polifenoli presenti in natura. La prima paziente trattata con preparazioni a base di OPC fu la oglie di Masquelier, h eosffriva di edema alle gambe, causato da un’elevata permeabilita vasale. Le OPC possiedono, inoltre, una spiccatà antiossidante e , quelle presenti nell’ActVin mostrano un’elevata biodisponibilità che potenzia l’azione del complesso stesso, favorendo ulteriori azioni a liverllo cardioascolare e cariocircolatorio.

Azione:

  • Vasoprotettrice
  • antiossidante
  • cardioprotettiva
  • antinfiammatoria e anitallergica
  • protettiva oculare
  • protettiva cerebrale
  • citoprotettiva

Utile in caso di:

  • insufficienza venosa
  • fragilità capillare
  • fenomeni allergici
  • disturbi della vista
  • stati edematosi
  • prevenzione malattie cardiovascolari
  • protezione cutanea

 

mosquilier's opcOPCs – Anthogenol della Natur’s Plus:

Masquelier’s Original OPCs Anthogenol

Oltre ad essere un potente antiossidante. Anthogenol è meglio conosciuto per il supporto nutrizionale che dà al sistema vascolare, specialmente ai sottili e delicati capillari, dove culminano tuttel le funzioni essenizali del sistema. Un sano sistema vascolare è di vitale importanza per la distribuzione ottimale di nutrienti e ossigeno in tutte le parti del corpo. Anthogenol supporta la salute dei vasi sanguigni favorendo la resistenza delle pareti dei capillari, aiuta a mantenere la struttura e le funzioni circolatorie negli occhi nella pelle e mantiene la salute generale delle vene nelle gambe.

Ingredienti per 2 cps:

  • Masquelier’s Original OPCs , estratto di Vitis vinifera  75mg
  • Masquelier’s Original OPCs, estratto di Pinus maritima  25mg

 

Save

Save