Fermenti-Probiotici

intestinoViviamo in mezzo ai virus di quasi tutte le malattie: li respiriamo , li ingoiamo, li contattiamo costantemente senza saperlo. il mondo non è sterile, eppure, nella maggior parte dei casi non ci ammaliamo affatto, per quale motivo? Per una semplice ragione: le difese immunitarie del nostro organismo riescono a debellare gli agenti patogeni. La funzione del sistema immunitario  è quella del mantenimento della nostra integrità, cioè la salvaguardia dell’individualità e identità sia verso l’esterno che verso l’interno. E’ ormai risaputo che l’intestino è uno dei più importanti organi, viene classificato il nostro “secondo cervello enterico”, qui avvengono importanti processi di assimilazione, eliminazione ma non solo vi sono studi ormai che confermano una stretta relazione tra intestino e cervello,  le nostre emozioni partono così come si dice dalla “pancia”. L’intestino è il nostro centro nenergetico, vitale ed emozionale. Approfondiremo questo argomento con un’altro articolo dedicato.

Funzione dell’intestino

L’intestino tenue è una vera fornace energetica, qui avviene l’assorbimento dei pochi microgrammi di vitamine e proteine che occorrono per il fabbisogno giornaliero del nostro organismo. Se non si riusce ad assorbire questi pochi microrganismi vuol dire che il sisitema di filtraggio del nostro intestino è difettoso. Inoltre nel nostro intestino oltre alle vitamine e alle proteine , sono presenti batteri, che possono diventare dannosi per il nostro organismo , se le condizioni ambientali diventano favorevoli al loro sviluppo, a  causa di diversi fattori scatenanti, come:  un’alimentazione inadeguata, a stress psichico-fisico-emotivo e/o agenti tossinici sia endogeni che esogeni.

Cosè la mucosa intestinale?

Alcune superfici mucosali ospitano, in condizioni fisiologiche, un’importante flora batterica che si instaura subito dopo la nascita e rimane, con alcune modifiche, per il resto della vita. La più importante è sicurament quella intestinale. Infatti , la mucosa intestinale umana è una superficie molto estesa, che oltre ad essere attrezzata per la funzione primaria dell’intestino (digestione ed assorbimento dei nutrienti), offre ospitalità a diversi batteri. Non solo! La mucosa intestinale costituisce una barriera che separa il tessuto intestinale dal lume, un gel formato da glicoproteine (mucina), peptidi e fosfolipidi, che

  • separa l’epitelio dal lume intestinale
  • è un ideale luogo di incontro dei vari batteri
  • e , per il suo carattere idrofobico, impedisce alle tossine solubili in acqua di accedere all’epitelio.

La mucosa intestinale dispone di un’altra importante linea di difesa, che è costituita dalle defensine, chioè da peptidi secreti da cellule specializzate, i quali agiscono in modo concertato contro i batteri nocivi.  Questo sistema immunitario della mucosa intestinale, detto anche tessuto linfoide associato all’intestino o GALT , è formato da aggregati linfoidi prominenti, chiamate placche di Peyer nell’intestino tenue, da aggregati linfoidi più piccoli nel colon, da cellule linfodi ed accessorie distribuite diffusamente nella lamina propria (tessuto connettivo della mucosa intestinale) e nell’epitelio. Il GALT è l’insieme più esteso di tessuti linfoidi dell’organismo, una delle sue principali funzioni è di distinguere gli antigeni innocui da quelli patogeni e, quindi, di produrre una risposta difensiva adeguata.

intestino-benessereCosa si intende per per microflora intestinale

Il tratto gastro-intestinale, come abbiamo già accennato precedentemente è un habitat naturale di diverse e vaste comunità di microrganismi, ed il colon è la sede privilegiata in quanto ospita più di 500 differenti specie di batteri. Tale flora è principalmente costituita da batteri anaerobi, cioè capaci di crescere in assenza di ossigeno, utilizzando, composti organici diversi.

  • Gli anaerobi principali sono: Bacteroide, Bifidobacteria, Eubacteria, Peptococci, Clostridia, Lactobacilli, Escherichia.
  • Gli aerobi sono Enterobacteria, enterococci, Staphylococci e Saccharomyces (lieviti)

Questi batteri interagiscono continuamente tra di loro e con l’ambiente circostante, cioè con l’epitelio intestinale, il sistema immunitario mucosale, i sistemi endocrino e nervoso. La loro attività metabolica viene considerata tanto importante quanto quella del fegato. La maggior parte della microflora residente è benigna, tuttavia, alcune specie sono potenzialmente nocive. Ad esempio, i lattobacilli ed i bififobatteri sono positivi, mentre i clostridi sono dannosi. Normalmente, i batteri “amici” prevalgono e l’organismo ne trae effetti salutari. Infatti, le mucose colonizzate, oltre che all’attività secretoria e dell’immunità innata, sono protette anche dalla microflora. La microflora intestinale svolge un ruolo fondamentale nel mantenimento della salute dell’ospite, perchè svolge una funzione di barriera contro i patogeni.

Fermenti e Probiotici : mantieni l’equilibrio del tuo intestino.

La microflora intestinale è stata definita come “l’insieme dei germi che vivono nel lume intestinale e che collaborano allo stato di salute dell’ospite”. La flora batterica è essenziale per lo sviluppo e la completa maturazione del nostro sistema immunitario.
Stress , alimentazione eccessiva, insufficiente o poco equilibrio dell’ecosistema batterico nel tratto gastrointestinale significa contriuire efficacemente alla conservazione di un buono stato di salute: ciò può essere fatto attraverso buone norme igieniche, alimentari, ma anche mediante l’uso di fermenti lattici vivi ( probiotici).

I fermenti lattici sono batteri  o lieviti che hanno la capacità di produrre acido lattico , una sostanza acida, dai carboidrati, attraverso un processo enzimatico con fermentazione. L’assunzione di fermenti lattici risulta utile non solo in presenza o in previsione di alterazioni dell’equilibrio della microflora intestinale (assunzione di antibiotici viaggi in zone tropicali) ma può dare ottimi risultati anche nelle che accusino i tipici sintomi da produzione eccessiva di gas (gonfiore addominal,e distensione e flatulenza). La produzione di gas, infatti, dipende non solo dal tipo di alimentazione, ma anche dalla flora batterica.

Probiotici

All’interno dei fermenti lattici c’è una “famiglia” più vasta, denominata i probiotici che, secondo la definizione dell’OMS, sono “organismi vivi che se somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite”. I probiotici non sono solo produttori quindi di acido lattico ma anche di altre sostanze essenziali quali certe vitamine. I probiotici sono alimenti non digeribili che stimolano selettivamente la crescita di un limitato numero di batteri facenti parte della flora batterica. Sono ad esempio fibre di polisaccaridi non amidacei o beta-glucani, fructani, oligofruttosaccaridi (FOS) galattooligosaccaridi (GOS), questi ultimi 2 essenziali anche in allattamento nella prima infanzia. Infatti il latte materno è il primo alimento prebiotico con il quale veniamo in contatto.

I probiotici utili all’organismo umano

Lattobacilli e bifidi sono presenti in tutto l’intestino ma solo in determinati distretti svolgono attività probiotica. I ceppi utili all’organismo umano sono: alcuni lattobacilli (L. acidopihlus, L. ramnosus, L. salivarius, L. plantarum, L.casei), enterococchi (L.faecium) e alcuni bifidobatteri (L. bifidum, L. infantis, L. adolescentis, L. longum, L. breve, L. lactis).

Intestino e alimentazione

La qualità dell’alimentazioe può influire in senso positivo o negativo le nostre difese dell’organismo. Infatti se la nostra dieta è a base di cibi scadenti, industriali, sottoposti a trattamenti di eccessiva raffinazione, sterilizzazione termica o radiante, i nostri cibi saranno inattivi e senza quei fattori vitali , riducendo così le nostre difese. Da tenere presente oltretutto, che la maggiore parte dei prodotti alimentari provengono da terreni impoveriti da colture forzate, portate avanti con potenti fitofarmaci e pestiidi e che gli animali dai quali derivano i prodotti di mercato diventano ancor più pericolosi se questi provengono da allevamenti in batteria dove sono stati trattati con ormoni sintetici (generalmente estrogeni), con antibiotici resistenti e con altre sostanze chimiche che restano nelle carni o nei derivati.

La maggior parte di queste sostanze chimiche è cancerognea e influisce negativamente sul sistema immunitario. L’inquinamento ambientale, a tutti i livelli, chiude il quadro della situazione, come pure lo stress ed il seguire falsi modelli imposti da un consumismo sfrenato. Insomma il nostro sistema immunitario non è in grado di adattarsi a tutti questi eccessivi stimoli.La ripercussione di un ambiente non sano e non libero da stress può portare alla soprressione immunitaria, alla preidposizine a infezioni, all’aumento delle allergie e delle patologie autoimmunitarie e oncologiche.Le intossicazioni croniche oggi  sono più frequenti perchè come abbiamo anticipati precedentemente, la cattiva qualità del cibo, sempre più scadente, lo stress, l’aumento di antibiotici e medicine in generale, l’eccesso di vaccinazioni.Inoltre siamo sempre più esposti a maggioiri allergeni: prodotti tessili, radiazioni ionizzanti, campi elettromagnetici, arredamenti non idonei, prodotti chimici in campo industriale, conservanti, conservanti, addittivi alimentari, cosmetici.  Tutto questo influisce negativemente sul sistema immunitario e si diventa sempr più soggetti a malattie.

Le terapie dietetiche e il controllo dello stress , sono i pilastri per il recupero delle difese dell’organismo, esse non richiedono nè farmaci nè interventi chirurgici e sono molto economiche.

Quasi tutte le malattie sono accompagnate da una iperacidità. Il modo adatto per guidare l’intestino verso l’alcalinità e quindi anche quella del sangue e dei tessuti è l’alimentazione. Se non vi sono patologie particolari (colite, diarree) e bene orientare la propria alimentazione su una percentuale di crudità vegetale (frutta e verdura), sotto forma di estratti e in piccole percentuali cotte. Gli alimenti che aumentano acidità sono: carne rossa e derivai, cioccolata, vino, alcolici, birra, aceto, formaggi stagionati, latte e derivati..nel caso di candida è da eliminare zuccheri, e carboidrati.

Attenzione! non mangiate pomodori o sugo di pomodori con i latticini e i carboidrati (riso, pane , pasta..). Più si mangia cotto più bisogna dissociare i cibi, cioè non mischiare diversi tipi tra di loro nello stesso pasto, per non creare incompatibilità e intolleranze. Bere da 2 a 2 1/2 di acqua

Fermenti, Probiotici , Enzimi,

ecco gli integratori utili per il benessere del nostro intestino!

Oggi, a causa dello stile di vita, degli alimenti confezionti (poveri di fibre vegetali utili per l’intestino)e dell’uso di farmaci, la flora batterica intestinale è spesso alterata. Per ripristinare una flora batterica adeguata è necessaria la supplementazione con prodotti a base di probiotici specifici che, per essere efficaci, ne contengano almeno 1 miliardo.

Nella nostra erboristeria, troverete i seguenti interatori :

AVD Reform:

  • Maximobioflor 20
  • Acticolon adulti
  • Acticolon 0/12 (per bambini)
  • Enteroflor 2
  • Mycoflor

PRODECO

  • bioflor
  • symbiotic forte adulti – bambini

NUTRIGEA

  • Nutriflor
  • Nutricolon
  • Nutrizym
  • Florabus ( per bambini)

BROMATECH

  • Ramoselle
  • Enterelle
  • Bifiselle

Tratto dal libro . Probiotici nella salute e nella malattia di Peirgiorgio Pietta e A. Pietta