Curcuma longa

scritto da semidiluna nel mese di maggio 29, 2019 in consigli di salute e benessere e erbario e fitoterapici con nessun commento

succo-di-curcuma-benefici

CURCUMA LONGA

Famiglia:  Zingiberacee

La Curcuma è un genere di pianta erbacea perenne, che comprende più di 80 specie conoscitive, presente in moltissime aree a clima tropicale ,soprattutto Asia.Ha lunghe foglie a forma ovale che possono arrivare oltre i 40 centimetri e infiorescenze a spiga gialle con brattee verdi bianche e a volte violacee. La parte fitoterapica e alimentare è il rizoma che si trova sottoterra, che non è la radice ma il fusto sotterraneo che si è modificato e una volta  raccolto, bollito ed essiccato si può trasformare nella famosa polvere gialla arancione chiamata “curcuma in polvere”.E’ una spezia, conosciuta anche con il nome di “zafferano delle Indie” proprio per la sua similitudine con lo zafferano e i suoi usi. Il suo tipico colore oltre a fare da tinta a molti piatti etnici è anche un ottimo colorante naturale per i tessuti.

Storia e tradizione

In India la curcuma è conosciuta da oltre 5000 anni e già gli antichi testi indicavano gli usi alimentari, curativi e benefici per il corpo. Le proprietà salutari attribuite alla Curcuma dalla tradizione popolare sono le stesse che oggi vengono confermate dalla moderna fitoterapia, anche alla luce dei numerosissimi studi che la scienza attuale ha ufficialmente confermato.
La tradizione ayurvedica ci regala un’antichissima ricetta indiana il GOLDEN MILK, un preparato a base di curcuma , latte vegetale, olio di mandorle, miele e spezie. L’assunzione della curcuma in questo modo ci garantisce la completa assimilazione di tutti i principi attivi, inoltre è economica e super buona. Vedi ricetta completa del Golden Milk!

Ricerche e studi

Numerose ricerche e studi clinici, hanno dimostrato che la curcumina può modulare l’attività di diversi fattori : fattori di crescita, citochine infiammatorie ed enzimi risultano pertanto utile per il trattamento e la prevenzione di svariate condizioni patologiche di tipo cronico e/o degenerativo

Nella Curcuma sono presenti oltre 230 principi attivi, tra i quali i più importanti sono i curcuminoidi. La curcumina è il principio attivo da cui dipendono le maggiori proprietà benefiche della Curcuma: antinfiammatorie ed epatoprotettive, ha funzione antiossidante e neuroprotettiva. La curcumina, purtroppo presenta una scarsa biodisponibilità, causata dalla solubilità acquosa e dal rapido metabolismo, fattori che costituiscono importanti ostacoli per la sua applicazione. In commercio, per aumentare la biodisponibilità della curcuma , aggiungono il pepe longo che ne garantisce una migliore assimilazione. Il pepe è un ottimo attivatore della curcumina ma non può essere preso da tutti indistintamente ( gastriti, ipertensione..) e per lunghi periodi.

  • ANTIOSSIDANTE, le molecole della curcuma hanno proprietà scavanger dei radicali liberi: sono in grado di tamponare numerose specie reattive all’ossigeno (ROS)  e dell’azoto (RNS). Inoltre , i curuminoidi hanno un ruolo determinatne nell’omeostasi ossido-riduttiva: sono in grado di modulare l’espressione di fattori chiave e le attività di alcuni enzimi coinvolti nella regolazione dello stress ossidativo.
  •  ANTINFIAMMATORIA, l ‘infiammazione gioca un ruolo cruciale in tantissime problematiche. I curcuminoidi sono risultati in grado di modulare l’espressione di diverse citochine pro-infiammatorie (IL, 1b,IL-8,IL6,TNF,alfa), di fattori chemiotattici, di enzimi coinvolti nel metabolismo dell’acido arachidonico (COX-2) e di fattori di leucocitaria.
  • EFFETTI SUL METABOLISMO GLUCIDICO E LIPIDICO, numerosi studi confermano un potenziale ruolo terapeutico nel modulare il metabolismo glucidico e lipidico. L’assunzione di curcumina si è dimostrata in grado di aumentare la sensibilità cellulare allo stimolo insulinico e la captazione cellulare di glucosio. I curcuminoidi agiscono inoltre a vari livelli sul metabolismo lipidico, favorendo la beta-ossidazione mitocondriale degli acidi grassi, riducendo la perossidazione delle LDL e stimolando la secrezione biliare.

integratori-curcuma-653x367

Proprietà e benefici della Curcuma

ANTIOSSIDANTE- La curcuma è un ottimo antiossidante grazie soprattutto alla presenza di un particolare principio attivo, la curcumina. Questa sostanza è capace di ridurre i radicali liberi e quindi di rallentare l’invecchiamento cellulare, primo gradino per contrastare la nascita di eventuali anomalie a livello cellulare, compreso il tumore.

CICATRIZZANTE – La curcuma ha un’azione cicatrizzante che la vede un ottimo rimedio di pronto soccorso in caso di scottature, dermatiti, punture di insetto e ferite. Nei paesi caldi e umidi come l’India, terra di origine della curcuma, è un ottimo rimedio per guarire le ferite della cute, mettendo direttamente la polvere sulla cute senza l’uso di liquidi  che spesso con l’umidità portano ad infettare la ferita più che a risanarla.

IMMUNOSTIMOLANTE E ANTINFLUENZALE – Conosciuta da tempo come rimedio base contro l’influenza e i dolori articolari, vede questi suoi effetti dal essendo antinfiammatoria, analgesica e antidolorifica. La curcuma è un antibatterico e antistaminico ed  aiuta a stimolare le difese immunitarie. Inoltre ha un ottimo potere purificante che viene in aiuto per portare fuori le tossine dal corpo negli stati di malessere sia acuto che cronico.

DIGESTIONE –La curcuma ha proprietà coleretica e colagoga pertanto è capace di migliorare la produzione della bile e il flusso nell’intestino. Questo permette un funzionamento sia dell’intestino che dello stomaco per una migliore digestione generale. Ottima anche contro il meteorismo e la digestione lenta e nel ridurre il colesterolo.

MALATTIA ATEROSCLEROTICA  -La curcumina, per le proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, risulta efficace in campo cardiovascolare nel trattamento del danno vascolare caratteristico della malattia aterosclerotica: la curcumina infatti interviene su numerosi processi coinvolti nella patogenesi dell’aterosclerosi (infiammazione, ossidazione, disfunzione endoteliale..).

DISORDINI METABOLICI –Utile nei soggetti obesi o in sovrappeso per ridurre lo stato infiammatorio e ossidativo che caratterizza questa condizione, lo stress ossidativo pare infatti svolgere un ruolo causale nello sviluppo dell’obesità. Nei soggetti diabetici e con sindrome metabolica , è stato dimostrato , che l’assunzione di curcumina può migliorare la circolazione locale, la retinopatia così come i parametri lipidici e di glucosio ematico.

FEGATO GRASSO ( steatosi epatica ) – Grazie all’azione antiossidante, la curcumina si è dimostra efficace nei soggetti con steatosi epatica non alcolica, una condizione molto frequente nelle persone che seguono una dieta ipercalorica e sono in sovrappeso o obese.

ARTRITE E DOLORE OSTEOARTICOLARE – Gli estratti di curcumina possono essere raccomandati per alleviare i sintomi dell’artrite e artrosi. si è visto da studi clinici randomizzati che l’assunzione per 8-12 settimane di estratti standardizzati di Curcuma (1000mg/die) può ridurre i sintomi dell’artrite ( principalmente dolore e sintomi correlati all’infiammazione) e comportare miglioramenti della sintomatologia.

SINDROME PREMESTRUALE – dovuta soprattutto all’azione antinfiammatoria della curcuma e dalla modulazione del sistema serotoninergico, consentendo un miglioramento significativo dei sintomi fisici e dell’umore.

SUPPORTO DELL’UMORE – Efficace anche nel trattamento di stati depressivi. A dosaggi di 1000 mg/die per 8 settimane è in grado di generare un’azione antidepressiva attraverso il riequilibrio di sistemi fisiologici in modo naturale e con meno effetti collaterali di molti farmaci classici. Migliora i livelli di dopamina, serotonina e noradrenalina. Per l’effetto antiossidante e antinfiammatorio, svolge un’ottima protezione neuronale.

PROBLEMATICHE DELLA PELLE – Ci sono studi che dimostrano l’efficacia della curcuma per il trattamento della psioriasi, sia da sola o in associazione con il trattamento locale a base di cortosteroidi.

Interazioni Farmacologiche

Vi sono diverse interazioni farmacologiche documentate tra curcumina o curcuminoidi e altri principi attivi. Tra queste ricordiamo:

  • L’interazione con agenti chemioterapici, responsabile di un incremento dell’azione antitumorale di questi farmaci
  • L’interazione con agenti antiaggreganti ( Plavix; Aspirinetta, CardioAspirin) responsabile di un incremento dell’attività anti-aggregante
  • L’interazione con anticoagulanti come il Warfin ( Coumadino Sintrom), potenzialmente responsabile di un incremento del rischio di sanginamento.

Controindicazioni della Curcuma

Per le persone in condizione di buona salute, la curcuma è sicura e senza particolari controindicazioni. Ma bisogna evitarne l’uso per chi soffre dei seguenti problemi:

  • Per chi ha occlusione delle vie biliari o di problemi alla cistifellea questa spezia potrebbe aggravare la situazione;
  • Per gli effetti  anticoagulanti della curcuma, non va assunta da chi prende farmaci anticoagulanti.
  • Gravidanza e allattamento.
  • Reflusso gastro esofageo e ulcera peptica
  • Nonostante gli effetti gastroprotettivi, dosi eccessive di curcuma possono causare disordini gastrici. In particolare, assumere quantità elevate di questa spezia o continuare ad utilizzarla a lungo termine può scatenare indigestioni, nausea o diarrea. In caso di comparsa di questo genere di disturbi è consigliabile ridurre le dosi o interrompere l’assunzione.

I nostri prodotti a base di Curcuma

Abbiamo scelto aziende che garantiscono la qualità del prodotto sia in entrata che in uscita e che lavorano in modo etico , sempre nel rispetto del cliente e rilasciano certificazioni di garanzia e innocuità. In erboristeria troverete prodotti a base di Curcuma per ogni esigenza personale:

  • Curcuma biologica in polvere,
  • Curcuma balance (CURINOX) della Prodeco Pharma
  • Curcuma attivata con pepe lungo della ditta Arcangea.

curcuma-balance-prodecopharma-

CURCUMA BALANCE – Prodeco Pharma ha prodotto una Curcuma 10 volte più disponibile senza l’utilizzo della piperina, utilizzando il fitocomplesso del rizoma di CURINOX,  presenta l’integrità del fitocomplesso, mantenendo tutte le componenti: i curcuminoidi, principali responsabili delle attività terapeutiche, ma anche l’olio essenziale, la frazione proteica e quella polisaccaridica, le quali oltre ad avere azione strutturale e a migliorare l’assorbimento dei curcuminoidi, svolgono delle azioni fisiologicamente utili all’organismo. NON vi è impiego di piperina, una strategia molto utilizzata come dicevamo per aumentare la biodisponibilità, ma che va a discapito del rivestimento epiteliale di stomaco e intestino.

Ingredienti per dose max giornaliera ( 2cpr )

  • CURINOX: Curcuma longa L.         1200,00mg
  • Curcuma longa L.rizoma  E.S.         1000,00 mg
  • Curcuma longa L. rizoma polvere    200mg
    Per un totale di principi attivi di  1200 mg per cps!!

5 punti di forza di Curcuma Balance

  1. Altissima biodisponibilità. grazie ad un estratto innovativo che assicura una biodisponibilità 10 volte superiore ( rispetto alla curcumina standard) scientificamente dimostrata
  2. Azione intensa. grazie alla presenza dell’intero fitocomplesso e della sinergia di tutti i funzionali che sono naturalmente presenti.
  3. Ampia azione. grazie all’esclusiva associazione di estratto secco e polvere (in rapporto 5:1) che massimizza tutti gli effetti terapeutici attribuiti alla Curcuma.
  4. Alta concentrazione, attivi per singola compressa (600 mg)
  5. Qualità, grazie alla presenza di uno speciale estratto secco e alla polvere che rispecchiano al meglio, la composizione naturale della droga.

curcuma-60-capsule-f028c-148580

 

Vedi il nostro shop-on line!