Cumino Nero (Nigella Sativa) – il seme benedetto

scritto da semidiluna nel mese di novembre 8, 2013 in fitoterapici e prodotti alimentari e super-cibi e tè, infusi e spezie con nessun commento

nigellA SATIVA

Descrizione Botanica

Il Cumino Nero è originario della regione mediterranea del nord Africa, ma cresce anche in Turchia e in Oriente. È una pianta annuale appartenente alla famiglia delle Ombrellifere. I fiori, che si sviluppano in estate, sono di colore bianco, con sfumature azzurrognole, i frutti sono rigonfi e contengono  piccoli semi neri.

Nel mondo antico

La Nigella Sativa è state ampiamente utilizzata fin dall’antichità nel campo fitoterapico e come condimento alimentare per migliaia di anni.Il Cumino Nero è conosciuto come “il seme Benedetto” da millenni, ed è considerata da sempre un’erba da notevoli proprietà fitoterapiche. Il Profeta islamico Mohammad,nel Corano, ebbe a scrivere: “guarisce ogni malattia, tranne la morte”. Nel libro delle erbe assiro viene spiegato come i semi della Nigella sono un rimedio per i problemi di stomaco e per uso esterno sono utili  per gli occhi, le orecchie, la bocca, i problemi di pelle, come il prurito, le eruzioni cutanee, le piaghe e l’herpes. Nella tomba di Tutankhamon fu trovato l’olio e i semi. In Egitto furono utilizzati da Cleopatra e dalla regina Nefertiti, come rimedi di belezza e di salute. Inoltre i medici ai tempi dei faraoni usavano le sementi della Nigella come un rimedio contro il raffreddore, il mal di testa, i disturbi digestivi, il mal di denti, le infezioni, le malattie infiammatorie e le allergie. Ippocrate V sec a.C. considerava la Nigella  come un rimedio valido nei disturbi epatici e digestivi. Nel primo secolo era utilizzata ampiamente da Plinio il Vecchio nella sua “Naturalis Historia” (Storia Naturale), il quale si riferiva ad essa come “Git”(Nigella). Il suo elenco di rimedi includeva il trattamento dei morsi da serpente e punture da scorpione, calli, tumori vecchi, ascessi, ed eruzioni cutanee. Era raccomanda per una serie di rimedi contro i raffreddori e le infiammazioni nella zona della testa.

I semi neri di Nigella Sativa hanno le seguenti caratteristiche:

  • Sono amari, termogenici, aromatici, carminativi, diuretici, emmenagoghi, antibatterici, antinfiammatori, deodoranti, appetitosi, digestivi, antielmintici, sudoriferi febbrifughi, stimolanti, galattagoghi ed espettoranti…

Come agisce il Cumino Nero?

Il cumino è considerata una spezia particolarmente ricca di ferro. Apprezzato nella tradizione Ayurveda per le sue ampie qualità e per i suoi benefici sulla salute, proprietà che ancora oggi iniziano a trovare conferma all’interno della ricerca scientifica. La Nigella viene considerata una spezia dal potere riscaldante, adatta ad essere utilizzata durante la stagione invernale. Il consumo di cumino viene considerato utile per contrastare i gonfiori addominali e sedativa. Riduce vata e kapha e aumenta pitta. In India come in Cina, l’olio di Cumino nero viene usato come un “antibiotico naturale”, durante un Congresso Internazionale sul cancro a Nuova Delhi si è parlato del suo effetto anti-tumorale.

  • Ottimo riequilibrante del Sistema Immunitario  e disintossicante a livello digestivo che intestinale. Contribuiscono ad aiutare l’organismo nell’assorbimento degli elementi nutritivi, migliora la digestione e stimola le difese immunitarie.   La disintossicazione dell’intestino è la base per un corpo sano, dal momento che sono questi il punto di partenza per molti disturbi della salute e dei problemi più gravi, che si possono quindi sviluppare. Oggi la psiconeuroimmunologia ci conferma la connessione che vi è tra l’intestino, cervello e sistema immunitario. Il suo olio essenziale è considerato benefico nel combattere affezioni respiratorie (asma, bronchite..), grazie alle proprietà antinfiammatorie e antibatteriche. Inoltre ha un elevato contenuto di antiossidanti, la cui presenza si manterrebbe più a lungo nei semi interi, piuttosto che nel cumino pestato o macinato, che a tale scopo dovrebbe essere conservato in frigorifero. Il cumino contribuisce ad una disintossicazione naturale dell’organismo, insieme ad altre spezie utili come lo zenzero, cannella, curcuma e finocchio
  • Disintossicazione profonda dell’intestino. L’olio dei semi della Nigella ha una particolare importanza nella disintossicazione dell’intestino, poiché un tratto intestinale bloccato può portare a molte altre malattie, come diceva Paracelso: “La morte si trovato negli intestini”. Le tossine possono essere prodotte da normalissimi batteri intestinali e funghi, che non possono essere eliminate inizialmente dall’intestino, a causa di una tendenza alla costipazione, che si verifica nello stesso momento; quest’accumulo di tossine può portare a molti sintomi delle malattie e al danno funzionale degli organi. Inizialmente i sintomi possono essere l’alternanza tra diarrea e stipsi, infiammazioni locali delle viscere e flatulenza,così come i sintomi di fatica costante, stanchezza inspiegabile e l’emicrania, poi i sintomi possono aumentare, soprattutto nelle persone anziane, fino a depositi vascolari, reumatismi cronici, l’artrite, le malattie della pelle e le allergie. In questi casi l’olio dei semi della Nigella può essere utilizzato come terapia di sostegno per la sua qualità antibatterica e il suo contenuto d’olio volatile che, nel momento in cui viene digerito nel tratto intestinale, lo pulisce per merito del nigellin, componente che ha potenti qualità di pulizia. Come mezzo preventivo l’olio dei semi della Nigella è il più semplice per tenere il corpo in forma.

nigella-sativa-or-black-seeds

Il Seme della Nigella può essere utilizzato per:

  • Aumentare il Sistema Immunitario  (malattie croniche, per esempio AIDS).
  • Reazione eccessiva del sistema immunitario (allergie, reumatismi, sclerosi multipla,
    leucemia, febbre da fieno e asma)
  • Anoressia
  • Amenorrea
  • Cancro
  • Candida Albicans
  • Cefalea
  • Colesterolo
  • Coliche dei neonati
  • Diabete
  • Diarrea
  • Debolezza e astenia
  • Dissenteria
  • Disintossica l’intestino, fegato
  • Disturbi del fegato e della cistifellea
  • Emorroidi
  • Febbre
  • Flatulenza
  • Ittero
  • Ipertensione
  • Malattie veneree
  • Malattie della pelle e allergie cutanee (infiammazioni, edemi, orticaria, eczema e acne)
  • Oftalmia
  • Problemi digestivi
  • Tosse, raffreddore e influenza
  • I parassiti intestinali (vermi, ameba, tenia. ossiuri)
  • Problemi dei reni e della vescica
  • Paralisi
  • Dolori reumatici ed artritici
  • Contusioni e lesioni
  • Stanchezza mentale, letargia, confusione,
  • Sistema ormonale (PMS)
  • Sinusiti
  • Stitichezza

 Cosa contiene la Nagilla Sativa?

L’olio di Cumino Nero contiene oltre 100 elementi che lavorano insieme sinergicamente, ma l’olio essenziale in esso contenuto esplica la maggior parte delle azioni terapeutiche. E’ un seme importante da includere nella nostra alimentazione giornaliera, perchè ci fornisce una lista infinita di componenti che sono necessari per la vitalità e la buona salute:

  • 35% di carboidrati,
  • 35 -45% di oli vegetali e grassi Omega 3 e Omega 6,
  • 20% di proteine,
  • 0,5- 1,5% olio essenziale,
  • oligoelementi ed enzimi.

Principi attivi contenuti nel Cumino Nero:

  •  acidi grassi dell’estratto olio. L’olio di semi della Nigella può essere paragonato all’olio di borragine e l’olio di primula per il suo alto contenuto essenziale, in più è in combinazione con l’olio volatile, i quali svolgono il ruolo essenziale nel formare E1 prostaglandina, imortante per armonizzare il sistema immunitario. 56% di acido linoleico,24,6% di acido oleico,12% di acido palmitico,3% di acido stearico,2,5% di acido eicosadienoico,0,7% di acido linolenico,0,16% di acido miristico. Omega 6 e 3. Per un perfetto equilibrio nel nostro corpo l’omega 6 e l’omega 3 dovrebbero essere rispettivamente in un rapporto di 3:1. Nei della Nigella non troviamo questo rapporto, tuttavia si crea lo stesso effetto e cioè la produzione di prostaglandine E1. Gli studi hanno determinato, che questo è probabilmente indotto dall’elemento thymoquinone.
  • Thymoquinone. È un antiossidante naturale, che inibisce la formazione di prostaglandine indesiderate, è anti-infiammatorio e ha un effetto di abbattimento del dolore. Ha anche un effetto coleretico (stimola la produzione della bile) , metabolizza i grassi e aiuta la disintossicazione. Ha un effetto dilatatorio dei bronchi, è di protezione contro gli attacchi d’asma, inibisce la secrezione d’istamina e naturale potrebbe essere una vera alternativa per le terapie a base di cortisone per chi soffre di allergie.
  • Prostaglandina E1: ha un effetto regolatore sulle funzioni cerebrali, sulla conduzione nervosa e sul rilascio di sostanze trasmettitrice e di sostanze messaggere. Contribuisce ad abbassare la pressione sanguigna e la vasodilatazione e impedisce il raggruppamento delle piastrine nel sangue (trombosi). Regola il sistema immunitario e attiva i linfociti T, che sono essenziali per il corpo difesa contro la malattia. Inibisce i processi allergici. Normalizza l’infiammazione della pelle. Ha un effetto dilatatorio dei bronchi. Aumenta la secrezione ormonale della tiroide e dell’insulina.
  • Nigellon. Ha un’azione bronchio-dilatatore, antispastico per cui indicato nel trattamento dei disturbi respiratori come l’asma e la pertosse. La ricerca ha confermato pure che è un antistaminico: qualità paragonabile al thymoquinone.
  • Saponina Melathin. E’ una antiparassitario naturale. Ha forti proprietà di pulizia ed è utilizzato come lassativo e per distruggere i parassiti. È adatto, soprattutto, per la distruzione dei parassiti nei bambini, nei quali la maggior parte dei rimedi a base di erbe sarebbe eccessivo; come  per esempio l’utilizzo di assenzio, una pianta molto forte per la pulizia intestinale. Negli alimenti favorisce l’assorbimento delle sostanze nutritive e aumenta la secrezione (mucolitico ed espettorante ). Stimola l’appetito e la digestione , grazie al suo principio amaro, promuovendo la pulizia intestinale profonda.
  • Gli oli essenziali hanno un’azione importante, sono: antibatterici, antivirali, rilasciano ormoni e sostanze messaggere ed attraverso i vasi linfatici svolgono la loro funzione di purificare il sangue  (essenziale in presenza di qualunque malattia).
  • Vitamina B2
  • Tiamina (vitamina B1). Essa svolge un ruolo importante per aiutare il corpo a convertire i carboidrati e grassi in energia.  È essenziale per la crescita e lo sviluppo e aiuta a mantenere il corretto funzionamento del cuore, del sistema nervoso e dell’apparato digerente.
  • Niacina (Vitamina B3). Essa mantiene il tono muscolare lungo il tratto digestivo e promuove la salute del sistema nervoso, della pelle, dei capelli, degli occhi, della bocca, e del fegato.
  • Selenio.E’ un antiossidante importante nella prevenzione del cancro, nella formazione di coaguli del sangue. E’ un antivirale e inibisce il danno dei cromosomi. Neutralizza le tossine e i metalli pesanti, soprattuto il Mercurio. Inoltre  è utilizzato per curare l’asma, l’acne, le tendiniti, problemi d’infertilità negli uomini, e disturbi post-menopausa nelle donne.
  • B-Carotene viene convertito dal fegato in Vitamina A vitamina nota per la sua attività anti-cancro.
  • Arginina che è essenziale per la crescita infantile.
  • contiene 15  amminoacidi, inclusi i nove amminoacidi essenziali. Gli aminoacidi essenziali non possono essere sintetizzati nel nostro corpo in quantità sufficiente e sono quindi richiesti nella nostra dieta.
  • inoltre troviamo:  calcio, ferro, sodio e potassio.
  • nigella

Ricerca effettuata sull’olio essenziale di Cumino Nero

L’olio di Nigella Sativa è stato usato per circa 4000 anni, ma soltanto dal secolo scorso che l’umanità ha potuto studiare come funziona. Dal 1992 al 2012 c’è stato uno studio delle azioni farmacologiche del seme nero. Vari studi hanno approfondito gli studi proprio sull’olio volatile dei semi e dei suoi costituenti più importanti ed hanno rivelato la vasta azione che svolge su tantissime malattie  malattie conosciute dall’uomo.

La ricerca conferma le seguenti azioni:

  • Analgesica
  • Antielmintica ( distrugge ed espelle i vermi intestinali)
  • Anti-batterico, antimicrobica e anti-infiammatorio
  • Antiossidante
  • Antimicrobico
  • Antifungino
  • Antinfiammatorio
  • Antipiretica e diaforetica
  • Anti-spasmodica e carminativa
  • Anti-tumorale
  • Emmenagogo
  • Galattogeno
  • Ipotensivi: riduce l’eccessiva pressione sanguigna.
  • Immunomodulatore
  • Lassativo e digestivo

Azioni farmacologiche dell’olio volatile

  • Pressione sanguigna alta. È stato provato scientificamente che l’olio volatile nel seme nero abbassa la pressione sanguinea.
  • Effetto benefico sullo stomaco. È stato provato che l’olio volatile nel seme nero protegge per circa 38% contro le ulcere.
  • Sistema Respiratorio. L’olio volatile nel seme nero ha provato di essere un eccellente agente protettivo tanto per l’asma bronchiale che per la bronchiti asmatica e ha provato di essere più effettiva nei bambini che negli adulti.
  • Attività antivirale. In  Giappone si è visto che l’olio di seme nero potrebbe essere di aiuto nella prevenzione della congiuntivite, gli ascessi , le malattie parassitarie e altre infezioni. Questi ruoli antibatterici, antifungini e antivirali sono stati attribuiti all’olio essenziale di questo seme.
  • Effetti positivi sul diabete. La somministrazione dell’olio volatile al diabete di tipo 1 ha provocato una riduzione significativa (23-43%) nel livello di glucosio senza coinvolgere la liberazione di insulina.
  • Effetto positivo sui Tumori.
  • Effetto positivo su diversi virus: Salmonella, dissentereia, . La diffusione di ceppi di funghi multi-resistenti (farmaci antibiotici..), hanno creato la necessità di scoprire nuove tipi di antifungino e componenti che inibono questi virus resistenti. Si è visto che l’olio volatile di seme nero ha un’ attività antibatterica e antifungina anche contro i ceppi di Staphylococcus aureus , il quale può causare una gamma di malattie, da piccole infezione cutanee (brufoli, impetigine, piaghe, foruncoli, cellulite, fino a malattie come:  meningite, osteomielite, endocardite, setticemia, salmonella, dissenteria, Candida albicans …
massaggioL’Olio di Nigella per uso COSMETICO è noto per le sue proprietà:
  • Emollienti, idratanti e rassodanti
  • Antiossidanti e antinfiammatorie
  • ottimo rimedio per la pelle secca, sensibile e irritata. Indicato anche nei casi di infezioni della pelle: acne, pelle screpolata, psoriasi, bruciature, scottature, dermatiti, eczemi, funghi
  • Azione rigenerante sulla pelle, agevola la cicatrizzazione: ematomi, rughe
  • desquamazione e allergie
  • utile nei capelli deboli, opachi e secchi, consigliato anche in caso di caduta di capelli. Applicare come impacco su tutta la lunghezza dei capelli per almeno 20 minuti e risciaquare. Per prevenire la comparsa di doppie punte, applicare qualche goccia sulle punte e lasciare applicato il prodotto
  • rinforza inoltre unghie deboli: applicare qualche goccia sulle unghie dopo averle lavate con acqua calda
  • ottimo per reumatismi, dolori articolari, giunture e muscoli: riscaldare un po d’olio di Nigella e massaggiare la parte dolorante a lungo e dolcemente.

Come utilizzare l’olio di Nigella come preventivo:

E’ importante utilizzare olio di Cumino Nero di buona qualità, che sia biologico e spremuto a freddo, in erboristeria trovate l’olio di cumino nero in confezione da 100 ml certificato Bio.

L’olio dei semi della Nigella dovrebbero essere preso come prevenzione, per rafforzare la difesa del corpo contro le infezioni e le malattie delle vie respiratorie, prima dell’arrivo della stagione fredda e per il regolamento contro le reazioni allergiche prima della stagione dei pollini. La prevenzione dovrebbe durare dalle 6 settimane ai tre mesi.

Dosaggio

Per coloro che iniziano a prendere l’olio come prevenzione: 1 cucchiaino da tè per 3 volte al giorno per 2-3 settimane; successivamente, un cucchiaino 2 volte al giorno. Questo dosaggio può essere aumentato quando si è ammalati. Così come si consiglia di prenderlo costantemente, è anche consigliabile fare delle pause per un paio di settimane, in modo che il corpo non si assuefaccia.

I bambini fino a dodici anni dovrebbero prendere la metà della dose consigliata agli adulti e per i più piccoli, la metà delle dosi per i bambini. Per chi soffre d’allergie alimentari, la dose dovrebbe essere presa con cautela in modo da non provocare una reazione troppo forte. La sensibilità per l’olio è diversa da persona a persona, per cui ognuno dovrebbe prenderlo come se la sente, utilizzando l’orientamento generale sopra indicato.

Avvertenze!

L’olio dei semi della Nigella non deve essere assunto durante la gravidanza, per il suo effetto di contrazione dell’utero.

SAPONE NIGELLA

In erboristeria trovate anche il sapone nero di Nigella!

Vai allo SHOP-ON LINE di Semi di Luna!

logo_erboristeria_sito031