Caffè verde

scritto da semidiluna nel mese di giugno 24, 2013 in antiossidanti e antiage e fitoterapici con nessun commento

 caffe verde3 2  caffe verde 2

Il caffè verde non tostato è un aiuto valido come dimagrante, tonico del sistema nervso e un antifame…

Il caffè verde è il caffè crudo che non è stato sottoposto al processo di torrefazione, ma è stato soltanto essiccato. I suoi chicchi mantengono un elevato contenuto di acido clorogenico, distrutto invece dalla tostatura.

I benefici del caffè verde sono riportati in una serie di studi, ancora molto sperimentali, comparsi tra l’altro sulla rivista “Gastroenrerology Research ancl Practice”.
Sono state analizzate le
proprietà dimagranti del caffè verde in comparazione con il caffè torrefatto, con il quale si differenzia abbastanza, in quanto la lavorazione modifica sensibilmente le componenti dei chicchi; a cominciare dalla caffeina. In generale, la percentuale di caffeina è più bassa nel caffè verde rispetto alle miscele arabiche, poichè nei chicchi crudi la caffeina (o 1,3,7- trimetiLxantina) è associata all’acido clorogenico. Il corpo umano in questo modo assorbe in modo diverso la caffeine, ci impiega molto più tempo per metabolizzarla ma ne può trarre beneficio più a lungo. Con il classico caffè il picco cli caffeina avviene dopo 30-40 minuti, con quello verde si ha un assorbimento lento e continuo.

Inoltre il caffè verde crudo rispetto a quello torrefatto ha una diversità di pH; mentre lil caffè tradizionale è fortemente acida (3-3,5), quella ottenuta dai semi non lavorati ha un pH medio pari a 5, risulta decisamente più vicina al neutro e vanta un impatto differente (meno lesivo) sulla mucosa gastrica.

Cosa contiene il caffè verde?
  • contiene un alto contenuto di acido clorogenico, un componente in grado di ridurre l’assorbimento di zuccheri da parte dell’intestino: tale effetto è deterninante per tenere sotto controllo la “fame di carboidratiindotta da picchi insulinici, in modo da controllare appunto la metabolizzazione dei carboidrati e riducendo il livellodi zuccheri nel sangue.L’acido clorogenico inoltre, blocca a livello epatico l’enzima glucosio 6-fosfatasi e impedisce la trasformazione del glicogeno epatico in glucosio, obbligando l’organismo ad utilizzare i grassi come fonte di energia.
  • contiene caffeina, una molecola particolarmente attiva in ambito dimagrante per le sue interazioni con il tesstuto adiposo. La caffeina è un nervino stimolante appartenente alla famiglia delle metilxantine(1,3,7-trimetilxantina), possiede un effetto positivo sia diretto che indiretto sullo smaltimento del tessuto adiposo umano; quello diretto consiste nella capacità di promuovere la liberazione degli acidi grassi  dal deposito al circolo sanguigno, mentre quello indiretto si manifesta con lo stimolo secretorio di catecolamine (adrenalina, noradrenalina) le quali, a loro volta, intervengono sul tessuto adiposo facilitando la lipolisi ed iper-attivando alcuni meccanismi fisiologici (aumento pulsazione cardiache, aumento flusso coronarico, maggior rendimento sportivo a livello muscolare, tonico e stimolazione nervina.
  • polifenoli: antiossidanti (prevalenza di acido tannico)
  • Acido ferulico:  antiossidante ,probabile molecola anti-gottosa, interferisce con la sintesi dei  leucotrieni(pro-infiammatori)
  • Alcune minerali e vitamine idrosolubili (gruppo B))
PROPRIETA’del Caffè verde:
  • l’azione antifame del caffè verde non è una scoperta recente: la parola caffè viene dall’arabo Cahouch, il verbo che significa inappetire, avere poco appetito.
  • azione dimagrante, poichè contiene l’acido clorogenico, che agisce in modo determinatne sul volume degli adipociti (cellule adipose) e sull’azione delle metil-xantine, molecole la cui attività agevola e stimola la lipolisi, migliorando anche il metabolismo e riducend il livello di zuccheri nel sangue.
    Inoltre; nel fegato dopo pasto si forma il glicogeno, una sorta di “scorta di glucosio” che viene utilizzata come fonte di energia quando l’organismo ne ha bisogno. Se questa scorta viene “immobilizzata” l’organismo è costretto ad utilizzare i grassi di riserva come fonte di energia.
    E’ importante dire che : non esiste alimento dimagrante che tenga senza una dieta sana ed equilibrata, quindi teniamo sotto controllo la nostra alimentazione. Inoltre alza di pochi gradi la temperatura corporea eccitando il metabolismo , ottenendo così un’azione dimagrante.
  • azione antiossidante molto alto e possiede un pH meno acido rispetto al caffè tradizionale. Ha un’azione contro i radicali liberi ed ha la  capacità di stimolare lucidità e freschezza mentale.
Prodotti a base di CAFFE’ VERDE Erbamea (Senza Glutine) venduti in erboristeria:
caffe verde tisana           caffc3a8-verde2

 

  • CAFFE’ semi verdi (non tostati) E.S. 150mg24 capsule vegetali da 510 mg in blister. L’estratto secco è titolato al 45% in acido clorogenico e in caffeina massimo 5%. La caffeina in 1cps al massimo 7,5mg. Modo d’uso: assumere 2 capsule al giorno lontano dai pasti.
  • CAFFE’ VERDE Tisana Biologica 20 bustine. Ingredienti: te Caffè semi veri Bio 40%, te verde bio al 40%, Menta Piperita foglio BIO 15%, aroma naturale arancio 5%. Il contenuto in caffeina è di circa 20mg per tazza ( in una tazzina di caffè espresso è 80-100mg).

Caffè verde crudo: fa dimagrire?