Aromaterapia

aromaterapia2

 

La nostra intima armonia si può ripristinare anche grazie all’aiuto delle essenze appropriate, questo è il grande e vitale regalo che ci viene dal regno delle piante.

 

 

L’Aromaterapia  si prende cura della nostra mente e del nostro corpo e prevede l’uso di  oli essenziali  ricavati dalla parte più eterea ,“la forza vitale”della pianta,  pertanto applicandoli sul nostro corpo ci apportano un notevole benessere generale.

Da millenni le essenze sono state sfruttate dall’uomo a scopo terapeutico, le prime testimonianze risalgono agli egizi e ai sumeri.  Gli oli essenziali figurano come ingredienti preziosi in tutti i testi di medicina e nei libri degli speziali, e sono alla base di numerose preparazioni  (dall’aceto dei 4 Ladroni per evitare il contagio della peste, all’acqua della regina d’Ungheria per conservare la bellezza…). Con il tempo l’utilizzo si è poi esteso nel campo della salute, del benessere, della bellezza e dell’alimentazione e recentissime ricerche confermano l’azione degli oli essenziali a livello del sistema nervoso, poiché influenzano in modo benefico le funzioni psichiche, il tono dell’umore e le emozioni.

rosmarino

L’olio essenziale rappresenta per la pianta una sostanza difensiva contro parassiti, insetti, muffe, svolge funzioni cicatrizzanti e rigenerative nei casi in cui venga intaccato il fusto, inoltre è  d’aiuto per la riproduzione della piante, poiché attira gli insetti per l’impollinazione. Le essenze quindi sono utili alla pianta, quanto all’uomo e sono in grado di produrre notevoli effetti positivi sul piano fisico, emotivo e mentale. I profumi agiscono sull’ipotalamo e sull’ipofisi, innescando reazioni a cascata sul sistema ormonale e offrendo quindi possibilità terapeutiche di vario tipo (migliorano il colore della pelle, la consistenza dei tessuti, calmano i nervi e donano una maggiore vitalità).

sistema-limbico-profumiGli oli essenziali agiscono quindi sul sistema olfattivo e libico stimolando tutte le funzioni neurovegetative:

  • Memoria e ricordi
  • Sessualtià
  • Emozioni
  • Sistema respiratorio , digestivo e circolatorio

Gli oli essenziali svolgono la loro azione attraverso due canali : 

  1. la pelle (massaggio,  bagni, pediluivi, frizioni)
  2. il sistema olfattivo ( inalazioni e utilizzo di diffusori e diffusori ad ultrasuoni…)

L’’essenze in questo modo riescono a penetrare nell’organismo influenzando tutto il nostro organismo mente-corpo.

Principali proprietà degli oli essenziali

  • Afrodisiache
  • Analgesiche, antireumatiche
  • Antisettiche, antimicrobiche, antibatteriche, antiparassitarie
  • Antinfiammatorie e antisettiche
  • Cicatrizzanti
  • Espettoranti, digestive, antispastiche,
  • Rilassanti (es.lavanda, rosa, ylang-ylang, neroli…)
  • Ormonali (es. salvia, cipresso, verbena, finocchio…)

Gli oli essenziali si suddividono in 3 note:

note

Gli oli essenziali vennero classificati nel XIX secolo Gorge William Septimus Presse, il quale elaborò 3 categorie, chiamate “note, nelle quali suddivideva le essenze aromatiche secondo l’impressione olfattiva che ciascuno di essi suscitava.

  1. Nota di testa;  sono oli che si ottengono dai frutti e dalle bucce, sono essenze fresche e fruttate come quelle degli agrumi ed hanno un effetto dinamizzante e rinfrescante, sono particolarmente indicate alle attività intellettuali, rendono le idee chiare e agiscono sul morale donando felicità. La nota di testa è caratterizzata da una vibrazione sottile che  agisce dal basso verso l’alto come un raggio di luce, sino a raggiungere lo spirito. Questi oli evaporano molto rapidamente (in circa 2 ore). La nota di testa tipica è tipica di Arancio, Limone, Mandarino, ma anche di altre essenze non agrumate.
  2. Nota di cuore: sono oli che si ottengono dal fusto, dalle foglie e dalle parti aeree della pianta, come fiori e petali. Le essenze di cuore sono intense e sensuali, hanno un effetto armonizzante e vitalizzante, tendono ad  riequilibrare le energie fisiche e psichiche e agiscono sull’affettività. Hanno una frequenza leggera,ampia che porta verso il cuore. E’ la vibrazione che apre e tocca l’anima, sono capaci di liberare le emozioni, sono attive soprattutto nei momenti in cui l’anima soffre Possiedono una vibrazione intermedia ed evaporano con tempi intermedi (circa 4 ore). Esempi sono la lavanda, Neroli, Rosa…
  3. Nota di Base: sono oli ricavati dalla corteccia, dalle radici ,resine e spezie. La nota di base si presenta calda, lenta e pesante: ha una carica vibrazionale  che va verso il basso e ci collega con la Terra . Sul piano psichico Induce all’ascolto profondo, rafforza le nostre radici, dà forza e stabilità ed ha un’azione stabilizzante, rilassante e sedativa. Inoltre sono oli tonificanti e purificanti ed agiscono sull’apparato respiratorio. L’aroma di base evapora in tempi lunghi può durare anche 12 ore se si tratta di un olio di buona qualità.  . In una composizione fissano e legano le altre note rendendo stabile la profumazione.  Esempi sono Sandalo, Patchouli, Votive, Incenso…

aromatherapy-img-logo1

Descrizione e proprietà dei seguenti Oli essenziali:

  • Arancio amaro,
  • Albero del tè (Te Tree Oil)
  • Bergamotto
  • Cajeptu
  • Canfora,
  • Chiodi di garofano,
  • Cipresso
  •  Elicriso
  • Eucalipto,
  • Geranio
  • Gelsomino,
  • Ginepro,
  • Ylang-ylang
  • Lavanda,
  • Lemongrass,
  • Limone,
  • Manuka
  • Menta piperita,
  • Neroli
  • Niauli,
  • Origano
  • Palma rosa,
  • Pino mugo,
  • Patchiuli
  • Rosmarino,
  • Rosa damascena,
  • Ramensara
  • Salvia Sclarea
  • Sandalo,
  • Santoreggia,
  • Timo volgaris
  • Vetiver
  • Zenzero

COME UTILIZZARE GLI OLI ESSENZIALI ayurveda-utensils2_mini-1170x350

Per beneficiare delle proprietà degli oli essenziali si può ricorrere e numerosi sistemi di utlizzo.

Per uso esterno: 

Inalazione secca, diffusione ambientale , summifugio, massaggio aromaterapeutico, impacco, bagno, pediluvio e maniluvio e preparazione di creme cosmetiche. L’essenze devono sempre essere diluite in olio vegetale o in una crema neutra. L’applicazione diretta sulla pelle di un olio essenziale puro è altamente sconsigliata, in quanto potrebbe essere irritante. Al massimo si può applicare una goccia sul polso , sul lato del collo o nel centro della mano per inalare l’essenza , ma attenzione agli occhi e mai  per lunghi periodi. L’eccezione viene fatta per alcuni oli che sono molto più sicuri come l’Albero del Tè, Lavanda e Manuka.  Questi oli si possono utilizzare su zone circoscritte come brufoli o piccoli problemi dermatologici come disinfettanti e cicatrizzanti su ferite aperte, o nel caso di mal di testa, si possono applicare poche gocce sulle tempie e sulla fronte senza diluirli , ma bisogna agire sempre con prudenza.  Comunque è sempre consigliabile consultare un esperto erborista  quando ci si avvicina all’utilizzo degli oli essenziali.

Per uso interno :

Gli oli di alta qualità (La Primavera) sono quasi tutti utilizzabili come alimenti, quindi si possono assumere anche per uso interno : bisogna tuttavia agire con molta cautela e sospendere immediatamente l’assunzione se compaiono reazioni indesiderate. Il metodo consigliabile per assumere un olio essenziale per bocca consiste nel versarne 2-3 gocce massimo in 1 cucchiaino  di malto o miele (il cucchiaino non di  metallo ma legno, plastica o meglio ancora vetro) per 2 volte al giorno per qualche giorno. Si può assumere così puro o diluito in 1 tisana ma sempre precedentemente sciolto in una sostanza zuccherina. Ma ripeto il metodo migliore e sicuro soprattutto per chi non è esperto in aromaterapia è l’utilizzo per uso esterno. GLi effetti sono profondi senza rischiare effetti indesiderati.

Oli essenziali precauzioni e controindicazioni:

  • Oli essenziali da evitare in gravidanza, allattamento e su bambini piccoli: anice, basilico, canfora, cannnella, cedro, estragone, cisto, origano, galbano, pachiuli, noce moscata, storace, tonka, chiodi di garofano, coriandolo, cumino, ginepro, issopo, maggiorana, mirra, rosmarino, salvia, verbena. zenzero.
  • Oli essenziali fotosensibilizzanti da non usare prima di recarsi al sole o nei lettini abbronzanti: arancio, bergamotto, angelica, finocchio, vaniglia, legno di sandalo, verbena, limone, cumino.
  • Oli essenziali che devono essere evitati da soggetti epilettici: angelica, cannella, canfora, basilico, finocchio, salvia officinalis, rosmarino.

ATTENZIONE! Non assumere mai puro perché l’ olio essenziale se non adeguatamente diluito è altamente irritante .

Oli da massaggio aromaterapici personalizzati

In erboristeria si preparano  fitopreparati personalizzati, come: oli da massaggio per il corpo e per il viso, gel corpo-viso, utilizzando oli vegetali biologici , gel di aloe e oli essenziali per le diverse esigenze ( cellulite, drenanti, circolazione, afrodisiaci, tonificanti..

In erboristeria troverete gli oli essenziali biologici della Primavera.

flora

Vai allo SHOP ON-LINE: www.erboristeriasemidiluna.com/SHOP

 

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save

Save