Crusca d’Avena 100% Bio

scritto da semidiluna nel mese di marzo 30, 2013 in prodotti alimentari con nessun commento

Indicata nelle diete dimagranti, a basso indice glicemico e calorico, colesterolo…

La crusca d’avena è un residuo della fabricazione della farina di avena e dell’avena decorticata. L’avena è un cereale coltivato fin dall’antichità, e da sempre destinato all’alimentaione del bestiame e dell’uomo. Studi effettuati negli ultimi anni hanno stabilito che si tratta di un cereale privo di glutine e dunque adatto anche ai celiaci, mentre per anni si è pensato che le proteine contenute nell’avena avessero un’affinità con glutine tale da essere a rischi per le persone affette da morbo celiaco. Per lo stesso motivo (l’assenza di glutine) l’avena non è utilizzata per la panificazione.

Composizione della crusca d’avena

Tutti i tipi di crusca non apportano energia ma soltanto fibre e antinutrienti, che spesso diminuiscono il contenuto di vitamine e minerali che contiene.

  • Minereali: soprattutto magnesio, mangansese , ferro, selenio, silicio, zinco..
  • Vitamine: soprattutto vitamine del gruppo A e B
  • Antinutrienti: soprattutto fitine e lipasi-inibitori

La crusca di avena si differenzia per avere un contenuto inferiore di fibre (per esempio rispetto alla crusca di frumento), ma superiore di fibre insolubili, che assorbono acqua formando un gel che dona un senso di sazietà notevole, regola l’assorbimento degli zuccheri e inibisce l’assorbimento del colesterolo.

crusca d'avena

Azioni sul nostro organismo:
  •  Ottimo alimento “smorza fame”
  • Agisce naturalmente per attenuare la sensazione di fame. Infatti, la grande quantità di fibre solubili che contiene le permette di assorbire acqua in abbondanza, da 20 a 40 volte il suo peso! Pertanto, consumata all’interno di un pasto, forma una patina gelatinosa che ricopre le pareti dello stomaco, provocando immediatamente una sensazione di sazietà. Inoltre, questa patina limita l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri, quindi l’apporto calorico del pasto.
  • Nella prevenzione del diabete ,del colesterolo e malattie cardiovascolari. La crusca di avena rallenta o addirittura limita l’assorbimento degli zuccheri e dei grassi.il diabete e del colesterolo. Gli studi effettuati dimostrano che le evacuazioni di chi consuma crusca d’avena contengono più calorie di quelle di chi non ne assume.
  • Nella prevenzione del tumore del colon e del retto. La crusca di avena imbevuta d’acqua e sotto forma di patina gelatinosa protegge le pareti del colon da alcune sostanze cancerogene presenti nelle materie fecali. In generale, il ruolo benefico che le fibre svolgono nella prevenzione del tumore del colon è ormai ampiamente provato.
  • Azione benefica sul transito intestinale.
  • Esercita un effetto sedativo sul sistema nervoso. Diverse richerche hanno dimostrato che è in grado di ridurre il colesterolo cosiddetto” nocivo LDL” con un’assunzione di almeno 40gr al giorno, ma non influenza in alucno modo quello utile o “buono HDL”, che secondo studi recenti, rallenta l’insorgere dell’arteriosclerosi.

È il primo alimento naturale ad aver ricevuto il marchio dell’American Heart Association. Tale riconoscimento permette ai produttori di crusca di avena di consigliarla nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.
Come agisce la crusca d’avena

L’effetto benefico della crusca è data dalle sue fibre , ricche di beta-glucani, che le permettono di esercitare due azioni benefiche per l’organismo:

1. Azione di sazietà nello stomaco ( proprietò assorbente)
Una volta ingerita, la crusca d’avena assorbe la saliva e arriva nello stomaco dove inizia a riempirsi di acqua. Un cucchiaio da 15 grammi di crusca d’avena assorbe 25 volte il suo volume d’acqua, generando rapidamente una sensazione di pienezza e sazietà.

2. Diminuzione di calorie nell’intestino
Questo è IL principio di base della sua azione sul peso. Quando la crusca transita, mescolata al bolo alimentare, subisce l’attacco chimico dei succhi gastrici, della bile e del succo pancreatico, trasformandosi così in una poltiglia in cui la crusca d’avena può sprigionare tutto il suo potere dimagrante. Qual è il vantaggio per la salute dell’organismo e nella lotta contro il sovrappeso?

    LA DIETA DUKAN consiglia la crusca d’avena

La dieta Dunkan è una dieta iperproteica a mio avviso eccessivamente forte e acidificante dell’organismo. ma possiamo prendere in considerazione la ricetta per la preparazione delle gallette alla crusca d’avena. Ottime per una colazione nutriente a basso impatto calorico e ricche di fibre ,utili per regolarizzare l’intestino.

Sotto tre tipi di crusca d’avena in vendita nel negozio:
               

Finestra sul Cielo confesione 250g     Dieta Dukan confezione 500g          Sottolestelle confezione 250g

 RICETTA DELLA GALLETTA ALLA CRUSCA D’AVENA
Ingredienti:
  • 2 cucchiai di crusca d’avena
  • 2 cucchaiai di formaggio fresco frullato (0% di grassi) o tofu
  • 1 albume d’uovo
  • si può dolcificare con malto per una galletta dolce o spezie per una salata
Preparazione (dosi per 1 persona):

Mescolare tutti gli ingredienti di base, eccetto l’albume, fino ad ottenere un composto omogeneo. Incorporare, a poco a poco, l’albume montato a neve. Nel frattempo, scaldare la padella. Versare il composto nella padella e lasciar cuocere a fuoco medio per 5 minuti per lato. La galletta è già pronta!