Brocca BRITA

scritto da semidiluna nel mese di gennaio 15, 2013 in news con nessun commento

brita

Brocca BRITA “Marella”

Brita è leader nel settore dei filtri da oltre 40 anni ed è famosa in tutto il mondo per i sistemi di depurazione dell’acqua.

Perché usarla?
  • L’acqua di rubinetto, adatta ad uso potabile può contenere delle impurità, dovute alle tubature vecchie..I filtri restituiscono all’acqua le sue doti naturali, diminuiscono l’eccesso di calcare, e abbattono il cloro presente nell’acqua per circa il 99%.ed eliminano impurità organiche e tracce di piombo o rame, alluminio e pesticidi come il blindano.
  • Rispetta l’ambiente: perché  si  producono meno bottiglie di plastica
  • i filtri vengono riciclati e qundi si ha meno inquinamento ambientale
  • L’acqua filtrata è particolarmente indicata per preparare caffè, , tisane, per la pulizia del viso ecc.
Manutenzione dei filtri
  • Ciascun filtro dura per circa 100/120 litri di acqua, o comunque nel tempo vanno sostituiti dopo circa 30/40 giorni di permanenza in brocca. Le brocche Brita con Memo determinano la sostituzione consigliata del filtro in base al tempo trascorso dalla installazione (una trentina di giorni.circa,ma si tenga presente che gli indicatori posti sul coperchio sono dei “misuratori di tempo”,  quindi fate bene i conti e tenete presente il vostro effettivo uso di acqua piuttosto che
  • Se dovete andare in vacanza e il filtro non è esaurito, toglietelo dalla brocca, fatelo asciugare e mettetelo in un sacchetto di plastica pulito, quando tornate riponete il filtro nella brocca.
  • E’ sconsigliabile lasciare l’acqua nella brocca per più di 48 ore, semplicemente perché dopo 48 ore anche la più pura delle acque può contaminarsi per il naturale moltiplicarsi dei microbatteri, pertanto se avete lasciato dell’acqua filtrata per più di 48 ore nella brocca, meglio buttarla e filtrarne di nuova (la stessa ragione induce a svuotare completamente la brocca prima di aggiungere nuova acqua).
  • La casa sconsiglia di filtrare più di 6 litri al giorno di acqua, per non alterare la piena capacità di filtraggio della cartuccia. Questo è dovuto alla capacità propria degli elementi usati di “gestire” la purificazione dell’acqua stessa, e di eliminarle attraverso processi che comunque richiedono un tempo “di elaborazione e annullamento” (sappiamo di essere molto “semplicistici” ma in fondo ci interessano i risultati più ancora che le motivazioni). Quindi se usate la brocca anche per annaffiare le piante vi conviene acquistarne due.

In erboristeria potrai trovare la Brocca Brita “Marella” e relativi filtri.