Dima Green Caffè Verde – Abbè Roland

 23,00 (iva incl.)

Abbe Roland 80 copy
Estratto di caffè verde. È un integratore alimentare a base di Coffea arabica utile per favorire un’azione tonica e di sostegno metabolico.

Confezione da 60 capsule.

Esaurito

Descrizione

Dima Green Caffè Verde – Abbè Roland

DIMA GREEN Caffè Verde Nei chicchi di caffè crudo non tostato, denominato Caffè Verde, o Green Coffee, l’acido caffeico si trova in abbondanza sotto forma di acido clorogenico. La tostatura dei chicchi, solitamente a una temperatura di 200° circa, compromette la presenza di qualsiasi elemento liquido ed è per questa ragione che il caffè che beviamo non possiede tutte le proprietà antiossidanti che erano presenti originariamente nei chicchi crudi di caffè verde.

Rispetto al classico caffè cotto/tostato, quello verde ha un minor contenuto di caffeina. Ma non si tratta dell’unica differenza: nel primo, la caffeina è presente in forma libera, nel secondo in forma di clorogenato (cioè caffeina associata a acido clorogenico), particolarità che determina diverse modalità e durata di effetto.

In pratica, bevendo il caffè “classico” si ha il picco di caffeina dopo circa 30/40 minuti, con uno smaltimento però molto veloce, mentre quello verde prevede un assorbimento più lento, ma continuo. Quindi il “green coffee” assicura tempi più stabili e lunghi di presenza di caffeina nel sangue, con livelli più bassi del caffè cotto/tostato, ma con più gradualità e senza sbalzi.

Insomma, un’infusione di vitalità “diesel”.

• Accelera il funzionamento del metabolismo

• Trasforma il grasso in energia, favorendo la perdita di peso

• Combatte i radicali liberi, grazie alle sue proprietà antiossidanti

• Aiuta a prevenire malattie croniche

• Aiuta a proteggere gli occhi dalla degenerazione della vista Le proprietà antiossidanti dell’acido clorogenico, di circa quattro volte superiori a quelle del tè verde, aiutano a ridurre i danni provocati dai radicali liberi sull’organismo e favoriscono anche la riduzione del grasso corporeo, aiutando a stimolare il metabolismo e regolare il livello degli zuccheri nel sangue.

Studi farmacologici hanno dimostrato che questo elemento alimentare è un inibitore dell’enzima glucosio-6-fosfatasi che rallenta il rilascio del glucosio nel sangue.

Neutralizzando questo enzima, il corpo non utilizza il glucosio bensì trasforma il grasso immagazzinato in energia. Questo processo innesca quindi una graduale accelerazione del metabolismo e favorisce la perdita di peso.